EVENTI E NEWS

14 Luglio 2014

La Regione accoglie la richieste dell'Unione dei Comuni e scongiura l'aumento del 30% delle tariffe di smaltimento nella discarica di Coldianu. Si evita cosė il temuto aumento della Tari a carico di famiglie e imprese del territorio.

La Regione scongiura l’aumento del 30% delle tariffe di smaltimento dei rifiuti a Coldianu. L’intervento dell’Assessorato Regionale Difesa Ambiente era stato fortemente sollecitato dai comuni conferitori per evitare un aumento della Tari a carico di famiglie ed imprese di 40 comuni del Logudoro, Goceano e Meilogu. “Dobbiamo dare atto alla Regione di aver accolto le nostre richieste – spiega il presidente dell’Unione dei Comuni del Logudoro e sindaco di Pattada, Mario Deiosso -  sarebbe stata l’ennesima beffa per una zona interna che ha dimostrato nei fatti un comportamento virtuoso nella raccolta differenziata dei rifiuti.” L’assemblea dei sindaci dell’Unione del Logudoro ha accolto quindi con vero favore il provvedimento della Giunta Regionale e ringraziato il sindaco di Ozieri Leonardo Ladu che si è particolarmente impegnato per seguire il complesso percorso politico-amministrativo.  “E’ la dimostrazione che se si rimane uniti si riescono a raggiungere risultati importanti per tutti – dichiara Mario Deiosso – E’ stato il giusto riconoscimento nei confronti del nostro funzionale sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che rischiava di saltare anche a causa delle emergenze di altre zone dell’Isola. La cosa importante è che si sia riusciti ad adottare i rimedi necessari, evitando che a pagare fossero i cittadini e le imprese dei nostri comuni, con un aumento delle tariffe del 30%”. Lo stanziamento di oltre 2 milioni e mezzo di euro della Regione è stato disposto in favore del progetto di ampliamento della discarica di Coldianu, avviato dal Consorzio Industriale di Chilivani. Di fatto la Regione ha riconosciuto che la piattaforma di Coldianu, inserita nel sistema regionale dei rifiuti, oltre a garantire lo smaltimento a 40 comuni dell’area interna del Logudoro, Goceano, Meilogu, negli anni è stata utilizzata per fronteggiare diverse emergenze che si sono determinate a Sassari e in altri centri delle province di Oristano, Nuoro e Ogliastra. Una situazione che ha finito per ridurre le disponibilità di Coldianu e creato l’esigenza di avviare un urgente progetto di ampliamento. L’intervento in project financing ha comportato la revisione del piano finanziario di gestione con un aumento a carico dei comuni conferitori della tariffa base di smaltimento dai 148,98 euro ai 193,67 a tonnellata. La compensazione dell’Assessorato Regionale Difesa Ambiente è stata quindi mirata a riequilibrare il piano e contenere l’incremento tariffario. Un aumento che a norma di legge, i comuni avrebbero dovuto trasferire a totale carico degli utenti. “In un momento in cui i comuni sono chiamati  a svolgere il ruolo di gabellieri per conto dello Stato – ha affermato il sindaco di Ozieri Leonardo Ladu – siamo riusciti ad ottenere un risultato importante, raggiunto dopo un lunga fase di rivendicazione.  Per questo, dobbiamo ringraziare in particolare l’assessore regionale all’Ambiente, Donatella Spano, che ha recepito le difficoltà e le problematiche della vicenda”.

NELLA FOTO LA DISCARICA DI COLDIANU - OZIERI
 

4780discarica.jpg
  • VISUALIZZAZIONE


Galleria fotografica



Manuale d'uso